© 2009-2018 ALESSANDRA SPIGAI

“Les Passages _ Tassel” Bruxelles 2016

 

I passaggi, intesi come varchi, come momenti di evoluzione, sono i temi chiave.

Il progetto- Les passages - che è diventato una mostra personale nell'esclusiva location di Hôtel Tassel Bruxelles, racchiude una lettura multimensionale. E' un passaggio fondamentale nella mia crescita personale, diventa passaggio irrinunciabile come artista, e al contempo è passando da una stanza all’altra di quella storica dimora (che è stata pietra miliare di tutta la corrente Art Decò ) che si srotola un primo percorso ambientale. Si intreccia quindi una sorta di opera interattiva site specific ad un percorso tra le opere, a loro volta collegate da un palpabile senso di crescita e di discesa nell’intimo sviluppo interiore, per terminare infine nella percezione finale di un vero alchemico cambiamento interiore. Attraverso una liberissima alternanza di media diversi, in cui la scultura dialoga con la pittura, con l’installazione e il video, mi sono impegnata a mettere a nudo il mio percorso interiore, ed esprimere il mio personale concetto di trasmutazione, empirica, intuitiva, di studio, fino a sfiorare suggestioni esoteriche come terreno privilegiato di indagine per la mia pratica.

Nel progetto, composto da 16 opere, si possono trovano nelle opere tracce di porte ermetiche, di iniziazioni alchemiche, simboli/varchi che arricchiscono la ricerca della verità interiore, e lo fanno sempre attraverso passaggi, fasi temporali, da oltrepassare per divenire altro, il nuovo.

(english version under all the images)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2. Faith

100 x 150

Oils on Canvas

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3. Doors 2016 - Olio e acrilico su tela

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4.  Intenzioni 2016 - creta, resina, spago

L'esplosione delle intenzioni, una molteplicità di bozzoli, rappresentano l'imprevedibilità del nostro divenire. La nostra vita potrebbe essere una ri-nascita senza fine in un divenire di momenti diversi, da uno stato ad un altro stato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

The passages, understood as gaps, as moments of evolution, are the key themes.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5.  Terra 2013 - argilla refrattaria, resina patina e bitume

Un “geyser umano” che esplode nella sua stessa creazione ed evoluzione. La sofferenza e il dolore sono alcuni modi per forgiare noi raggiungere la nostra forma perfetta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

6.  Segno 2014

La tunica della sacerdotessa ha un cuore stampato a mano, con il peso del corpo, non nel luogo del cuore, ma sul ventre. La sacerdotessa raggiunge la Madre Terra attraverso la consapevolezza viscerale del feminino.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

7.  Evoluzione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

8.  Famiglia

Un nido di filo spinato arrugginito reso confortevole dalla cera  che lo avvolge e brilla e a tratti s’illumina per le briciole d’oro. Solo briciole. La famiglia abbraccia e imprigiona, avvolge e intrappola allo stesso tempo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

9. Prohibition

Olio su tela 100 x 150

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

10. Tentativo

 

 

 

 

 

 

 

 

ù

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

11. Anima- Soul | self

 creta resina bitume

Questa é una sorta di fusione tra la colonna vertebrale ed una stalagmite. La forma della colonna é modellata dalle pressioni delle mie stesse dita, una alla volta, dal fondo alla cima. Rappresenta la possibilità di ognuno di agire sulla propria evoluzione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

12. Perception 2014

 olio e cellophane su tela

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

13. Ninfosia 2014

Il cuore come rappresentazione della trasmutazione eterna, fermata come una metamorfosi, nel momento esatto tra la larva e la farfalla, in cui la creatura non ha più la corazza della larva, ma non ha ancora le ali per volare via. La difesa é al minimo, la vulnerabilità al massimo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

14. Memento mutare 2016 antica scatola vetrina da collezione e creta resinata

La collezione di una selezione dei momenti evolutivi, a ricordarci  che noi stiamo continuamente ed eternamente cambiando.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

15. Ermetica 2016

Un tributo alla porta Ermetica di Roma, anche conosciuta come porta magica, realizzata con antichi caratteri tipografici di legno.

La Porta Alchemica é un monumento costruito tra il 1678 a il 1680 da Massimiliano Palombara, marchese di Pietraforte, nella sua residenza villa Palombara, sita sul colle Esquilino a Roma; Il marchese palombaro sviluppo una passione per l’alchimia nel 1656, quando incontro la stravagante ed erudita regina di Svezia in esilio, Cristina.

Secondo la leggenda intorno al 1660 un pellegrino di nome Stibeum ( significato in latino, Antimone) chiese ospitalità nella villa per una notte, promettendo in cambio, di svelare il segreto per ricavare la pietra Filosofale. In quella notte il pellegrino, identificato più tardi come il famoso alchimista Giuseppe Francesco Borri (uno dei ritratto nell'opera DOORS) cercò nei giardini della villa tutta la notte in cerca di una misteriosa erba capace di tramutare il metallo in oro. La leggenda vuole che la mattina seguente, quel pellegrino scomparve per sempre attraverso la porta, trovata murata, ma lasciando dietro di se delle briciole d’oro, il frutto del successo della trasmutazione ricercata, accanto ad un misterioso foglio di carta pieno di codici e simboli, descrizioni e ingredienti che il processo richiedeva.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

16.  Le Passage 2016

Poliuretano, cemento, resina, cera, pigmenti

215 x 60 x 56

 

 

 

 

English

"Les Passages _ Tassel" Brussels 2016

 

The project - Les passages - which has become a solo exhibition in the exclusive location of Hôtel Tassel Brussels, contains a multi-dimensional reading. It is a fundamental step in my personal growth, it becomes an inalienable passage as an artist, and at the same time it is passing from one room to another of that historic residence (which was the milestone of all the Art Deco current) that a first path unfolds environmental. A sort of interactive site-specific work is then intertwined with a journey through the works, in turn connected by a palpable sense of growth and descent into the inner inner development, ending finally in the final perception of a true alchemic inner change. Through a very free alternation of different media, in which sculpture dialogues with painting, with installation and video, I have undertaken to expose my inner path, and express my personal concept of transmutation, empirical, intuitive, of study, up to touch esoteric suggestions as a privileged field of investigation for my practice.

In the project, consisting of 16 works, one can find in the works traces of hermetic doors, alchemical initiations, symbols / passages that enrich the search for inner truth, and they always do it through passages, temporal phases, to go beyond to become something else, the new.

1.2014 Self portrait

oils and acrilics cellophane

60 x 80